Novità per le adesioni alla previdenza complementare dal 1° aprile 2017

osservatorio-fondi-pensione-375-250Dal 2107 arrivano novità in materia di adesione alle forme di previdenza complementare. Ecco cosa prevede il nuovo regolamento della COVIP.

l nuovo regolamento della COVIP sulle modalità di raccolta delle adesioni è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.137 del 14 giugno 2016 ed entrerà in vigore dal 1 aprile 2017.

Il nuovo Regolamento è stato adottato dalla COVIP per disciplinare le modalità di offerta al pubblico delle forme di previdenza complementare e si applica:

  • alle forme pensionistiche complementari previste dall’art. 4 del D.lgs. n.252/2005 che disciplina nel nostro ordinamento le forme pensionistiche complementari;
  • alle forme pensionistiche complementari preesistenti, dotate di soggettività giuridica e in regime di contribuzione definita, aperte alla raccolta di nuove adesioni e che abbiano un numero di iscritti attivi superiore a 5.000 unità;
  • ai fondi pensione c.d. misti con regimi sia a prestazione definita sia a contribuzione definita, limitatamente alle sezioni a contribuzione definita che abbiano le suddette caratteristiche;
    alle forme pensionistiche comunitarie per le adesioni raccolte in Italia.

l nuovo Regolamento sulle modalità di adesione alla previdenza complementare prevede che tutte le informazioni essenziali per l’adesione siano concentrate nella Sezione “Informazioni chiave per l’aderente” che diventa l’unico documento da consegnare obbligatoriamente all’atto dell’adesione.

La nota informativa verrà invece consegnata solo su richiesta dell’aderente ma sarà sempre disponibile su internet.

In questo modo viene perseguito un duplice obiettivo:

  • sottoporre agli interessati un documento più snello e di più facile lettura;
  • ridurre gli oneri amministrativi per i fondi.

In tal modo si vuole migliorare la qualità delle informazioni fornite a chi aderisce alla previdenza complementare e al contempo accrescere la consapevolezza nelle scelte relative al risparmio previdenziale.

Al tal fine è stata inserita una nuova previsione relativa alle adesioni di coloro che risultino già iscritti ad altra forma pensionistica complementare.

A tali persone gli incaricati della raccolta delle adesioni saranno tenuti a sottoporre all’interessato anche la “Scheda dei costi” così da permettere di poter effettuare un confronto tra le diverse forme pensionistiche.

Tutte le novità sono contenute nel nuovo regolamento.