Approfondimenti

Si tende, in generale, a pensare che la pensione dei militari sia “agevolata” rispetto ad altre categorie di lavoratori. In effetti il decreto legislativo n. 165/1997 riconosce una serie di agevolazioni che si estendono anche alla modalità di calcolo della pensione. Ma si tratta di benefici che risalgono al passato e che sono stati ridimensionato [...]

Una delle più frequenti domande che ci si pone alla scadenza di una polizza vita è: “mi conviene riscattare il capitale o convertirlo in una rendita vitalizia?” Premesso che la risposta più razionale è che la scelta deve essere fatta in funzione delle esigenze del singolo, ovvero del perché è stato stipulato inizialmente il contratto, [...]

Le plusvalenze realizzate dagli investimenti sono soggetti a tassazione variabile in base alla natura dell’investimento. Per plusvalenza si intende la differenza tra il capitale maturato e quello versato. per i prodotti assicurativi vita di risparmio il calcolo e il pagamento delle imposte è rinviato al momento dell’erogazione della prestazione.Altra imposta applicata è l’imposta di bollo, [...]

In caso di morte di un lavoratore, non ancora titolare di pensione, viene riconosciuta la pensione superstiti indiretta ai beneficiari se la persona deceduta era in possesso dei requisiti contributivi:almeno 15 anni versati in tutta la vita lavorativa;oppurealmeno 5 anni di cui 3 nel quinquennio precedente la data della morte.Qualora non sussistano i requisiti contributivi, [...]

Il lavoratore che cessa o interrompe l’attività lavorativa, per aumentare l’anzianità contributiva ai fini della pensione, può chiedere di versare la contribuzione volontaria, presentando apposita domanda all’Ente previdenziale d’iscrizione.RequisitiPer essere ammessi alla contribuzione volontaria è necessario possedere il seguente requisito contributivo:almeno tre anni di contribuzione nel quinquennio precedente la domanda;in alternativa:almeno cinque anni di contribuzione in [...]

La riforma del 2011 ha confermato la disciplina dei requisiti anagrafici agli incrementi della speranza di vita per il diritto alla pensione di vecchiaia introdotti dalla legge n. 122/2010.Il D.M. del 6 dicembre 2011 ha fissato l’incremento di 3 mesi dei requisiti a partire dal 1° gennaio 2013. Gli adeguamenti successivi saranno nel 2016 e [...]

La legge 5 marzo 1990, n. 45, ha introdotto la possibilità di ricongiungere le posizioni assicurative in essere presso l’INPS, o in forme di previdenza sostitutive,m con quelle in essere presso le varie Casse di previdenza dei liberi professionisti. Destinatari della legge sono tra gli altri: a) dipendenti, pubblici o privati, nonché lavoratori autonomi che [...]

Ci sono essenzialmente due modalità per investire il proprio risparmio: l’investimento in un’unica soluzione (il cosiddetto PIC) i il versamento a rate periodiche (piano di accumulo, in sigla PAC). In quest’articolo ci occuperemo della seconda tipologia di investimento, il PAC.CaratteristicheQuando si decide di investire in un PAC ci sono alcune scelte da dover fare:la tipologia [...]

Con la circolare n. 70 del 18 dicembre 2007 l’Agenzia delle Entrate ha reso noto il proprio orientamento in merito al regime fiscale applicabile alle prestazioni erogate dalle forme di previdenza complementare, sia sotto forma di capitale che di rendita. Infatti, se da una parte, per gli aderenti dall’1/1/2007, la tassazione applicabile sembrava chiara e [...]

Da un punto di vista dei costi, i prodotti della previdenza complementare rappresentano ancora una “giungla” per il risparmiatore perché differenziati in funzione di numerose variabili spesso non di semplice comprensione. Per contribuire all’accrescimento dell’informazione e della trasparenza delle condizioni contrattuali delle forme pensionistiche complementari è stato introdotto un indice di comparazione che, almeno sulla [...]

1 2 9 10 11 12