Polizze

La prestazione liquidata da una polizza vita dopo la morte dell’assicurato deve essere valutata caso per caso per stabilire l’esenzione dall’imposta sostitutiva. La regola sulla carta è semplice: i capitali erogati a copertura del rischio demografico sono esenti, quelli relativi ai rendimenti di natura finanziaria sono invece soggetti all’imposta. A livello pratico verificare la quota [...]

Esenzione dalle imposte, versamenti differiti, detraibilità dei premi, fiscalità agevolata per determinati attivi finanziari: sono alcuni dei vantaggi fiscali che la legge riconosce a favore delle polizze vita. Queste rappresentano un’interessante opportunità, in quanto possono essere facilmente combinate con altri strumenti di pianificazione, quali l’intestazione fiduciaria, il trust, etc., per raggiungere ulteriori finalità non propriamente [...]

Il Decreto Legislativo del 18 febbraio 2000, n. 47, con la riforma della disciplina fiscale della previdenza complementare e dei prodotti assicurativi vita, ha delineato una nuova normativa tributaria. La nuova disciplina si applica esclusivamente ai contratti stipulati o rinnovati a partire dal 1° gennaio 2001, mentre per in contratti sottoscritti entro il 31 dicembre [...]

In data 26 maggio 2010, l’ISVAP (oggi IVASS) ha emanato un regolamento (n. 35, sulla “Disciplina degli obblighi di informazione e della pubblicità dei prodotti assicurativi”) per rafforzare la trasparenza dei contratti assicurativi e la protezione degli assicurati. Il regolamento introduce importanti novità a vantaggio del consumatore, in modo particolare per i contratti legati a [...]

Dopo i recenti interventi in materia di tassazione dei redditi di natura finanziaria, che hanno visto aumentare l’aliquota impositiva per le polizze vita dal 12,5 al 20%, il legislatore è intervenuto anche sul regime fiscale applicabile ai contratti di assicurazione sulla vita.Si tratta di una modifica parziale di uno dei benefici sinora goduti dai contratti [...]

Di cosa si trattaLa gestione separata è un fondo interno costituito da un’ insieme di attività finanziarie gestito da una Compagnia di assicurazioni, in cui confluiscono i premi netti derivanti da contratti di assicurazione sulla vita rivalutabili, detti anche di ramo 1°. Si adattano molto bene a coloro che desiderano accantonare il proprio risparmio in strumenti [...]

In questo approfondimento parleremo di polizze vita rivalutabili di ramo primo e, più precisamente, di tasso tecnico e di rendimento minimo garantito, due concetti che, spesso, generano confusione.  Questa particolare tipologia di polizze consente di accantonare nel tempo il risparmio “periodico” per poi utilizzarlo in funzione di svariate esigenze. Quando si parla di “polizze rivalutabili di [...]

Una delle più frequenti domande che ci si pone alla scadenza di una polizza vita è: “mi conviene riscattare il capitale o convertirlo in una rendita vitalizia?” Premesso che la risposta più razionale è che la scelta deve essere fatta in funzione delle esigenze del singolo, ovvero del perché è stato stipulato inizialmente il contratto, [...]

Le plusvalenze realizzate dagli investimenti sono soggetti a tassazione variabile in base alla natura dell’investimento. Per plusvalenza si intende la differenza tra il capitale maturato e quello versato. per i prodotti assicurativi vita di risparmio il calcolo e il pagamento delle imposte è rinviato al momento dell’erogazione della prestazione.Altra imposta applicata è l’imposta di bollo, [...]

Ci sono essenzialmente due modalità per investire il proprio risparmio: l’investimento in un’unica soluzione (il cosiddetto PIC) i il versamento a rate periodiche (piano di accumulo, in sigla PAC). In quest’articolo ci occuperemo della seconda tipologia di investimento, il PAC.CaratteristicheQuando si decide di investire in un PAC ci sono alcune scelte da dover fare:la tipologia [...]

1 2